mercoledì 6 gennaio 2010

ROBOT: DAITAN 3







Tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli Ottanta, parallelamente all’invasione degli anime sulle televisioni italiane, si sviluppa un’editoria a essi legata. All'epoca, però, a parti alcuni casi limitatissimi (come Il Grande Mazinga e Candy Candy), gli editori italiani preferiscono realizzare i fumetti di quei popolarissimi personaggi in casa, piuttosto che acquistarli dagli editori giapponesi, lontanissimi sia geograficamente sia mentalmente da un'editoria nostrana sempre molto artigianale e talvolta anche raffazzonata. Nascono così una serie di pubblicazioni realizzate da autori italiani raggruppati in piccoli studi e che non firmano le storie. Tra queste vi è anche Noi Super Eroi, da cui è tratta questa storia di Daitan 3 (sì, Daitan, non Daitarn) che posto per il divertimento di chi non ha mai letto quegli albi.

4 commenti:

tuttocartoni ha detto...

li ricordo anch'io ^_^

Debris ha detto...

Del tutto casualmente li lessi anche io.
Di quelli di Gundam ho concreta memoria,questi di Daitan no ma c'erano anche loro.

Storie molto corrispondenti nello spirito alle serie devo dire la verita che hanno contribuito a mantenere un ricordo vivo e dolce.

Anonimo ha detto...

Esta manga fue muy popular en Panamá a mediados de los 80, junto a Super Agente Cobra :)

Massimo Basili ha detto...

Questa storia, in particolare, è stata disegnata dal grande Leo Cimpellin: il tratto è inconfondibile. In altri casi, per altri personaggi, non sempre lo stile era così accurato...